• paolopaso56@tiscali.it

Schizzi da bordo vasca.

laviaacquea
1 comments
Blog

Questo titolo,

se sta davanti,

una ragione certo ce l’ ha,

si sente un tipo

davvero importante,

perchè, come il gallo,

dà sempre il là.

A dire il vero quasi lo cambio, quell’arrogante: che ne dite di“ Memorie dal bordo vasca”? Mmm…. Troppo alla Silvio Pellico, quello delle sue prigioni, che non è certo la mia intenzione affrontare.

Che ne pensate, invece, di “ Le cronache dal bordo vasca? Doppio Mmm…. Ma pure se lo chiamassi“ I link da bordo vasca”, mi risuonerebbe sconnesso, anaffettivo… Sarà meglio che mi tengo caro ancora lo s-ciak dell’ inizio.

Se tu mi domandi il perchè queste note provengano proprio da lì, ti rispondo: “oh bella! perchè io trascorro, da omino in ammollo, parte del tempo, dentro- fuori di questa vasca di questa piscina qui, dove mi prendo cura di girini con rospe annesse.

Fossi stato un giardiniere

avrei potuto raccogliere

altri frutti sostanziosi,

interrati o terrosi,

ma qui dove sto,

tra palle,imbuti e pescioni

ingombranti ( e saccenti),

c’è sempre quest’ acqua,tanta ,

che av-volge ammaliante

respiro, tatto e sguardo

ad ogni ranocchia

che passa di lì;

come a loro,

e pure a me che

prendo gli spunti

e traccio la scia

di questi ri- tratti scritti.

Una storia su due piedi,

per stare un po’ su,
di certo ha bisogno di un capo ed una coda,
ma poi anche di un’ anima
in un corpo desiderante: un imbuto stretto tra le gambe di Enrico
si trasforma,così,nel suo buffo costume nuovo: una pallina gialla fa diventare grande la farfallina di una Giorgia contenta.
Uno schizzo già bello sfornato e pronto all’ uso, è quello di Francesco, un bimbo di 8 anni. Un giorno, in piscina piccola mi dice, trionfante: “ quando nuoto veloce spavento i bambini!; e al mio perchè risponde: “ Perchè faccio lo squalo!”. Ma che succederebbe quel giorno,mi chiedo,che lui decidesse di rallentare? Credo sarebbe l’ inizio per un buona storia da raccontare. Il secondo schizzo,invece,è tratteggiato da Andrea, di anni 3 quasi, che un giorno ,nel gioco, chiede alla mamma di fare la strega e la puntata dopo al papà di fare lo squalo. La trama possibile si inabissa con la domanda:” Perchè la bimba di sopra ha bisogno di incollare, sulle facce di mamma e papà, le figure di mostri e creature malvage?”. Forse, (immagino io),lei ha solo bisogno di fare i conti con loro. Mi auguro che ci sarà sempre un posto speciale nel suo cuore per una strega giocosa ed una bocca di squalo aperta anche ad un sorriso rassicurante. Nel suo gioco simbolico a casa Alfredino, più o meno duenne, telefona alla piscina e vuole parlare con me, il Paolo; mentre Michele, un bimbo più grande ma di poche parole, chiama davvero la segreteria perchè vuole prendere lezioni di nuoto con me che mi ha visto sul sito e gli sono piaciuto. Franco, 5 anni, un pomeriggio mi ha spiegato che lui, in piscina, ora nuota diritto, non come quando era piccolo che con me faceva i girotondi! Io di certo non so il perchè Anita, di 2 anni e pacca, si fidi ad appoggiare i piedi sul fondo solo dentro una sagoma tonda, ma so di sicuro che la risposta si raccoglie nel profondo qui ed ora, o nel là e chissà quando. L’ ultimo tratteggio, ha un contorno silenzioso,come lo sguardo di Andrea: lei ha fatto appena i tre, è giunta l’ora ( ma per chi, per il calendario?) di iniziare un corso di acquaticità senza la mamma in acqua e me.Così di punto in bianco, un bel giorno me la ritrovo,con un nuovo maestro, zampettante da sola in vasca piccola: io, da bordo la vasca la chiamo per nome e la saluto.Lei mi guarda solo, sembra quasi non riuscire a mettere a fuoco la mia persona. Per meglio spiegarvi, fino al giovedì prima eravamo insieme fuoco e fiamme,ed ora? Come mai,all’ improvviso siamo così lontani! Qualcuno ci ha avvisato? Chi tra noi che c’ ha ingannato?

 

1 Comments

  1. Wifefuckhaupe says:

    Incredible! This blog looks exactly like my old one! It as on a completely different subject but it has pretty much the same layout and design. Great choice of colors! Ballbusting

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>