• paolopaso56@tiscali.it

I disegni dell’ acqua della ” Vittoria”

laviaacquea
0 comments
Blog

 I disegni della scuola materna ” Vittoria” di Provaglio d’ Iseo appartengono alle bambine ed ai bambini di tre- quattroanni  che hanno frequentato un corso di acquaticità nella primavera 2016 presso la piscina ” Acquarè” di Provaglio.

Bisogna avvicinarsi ai disegni dei bimbi silenziosi ed in punta di piedi. Mi piace pensare, ma mi potrei anche sbagliare, che i disegni dell’ acqua nascano prima dei pensieri sull’ acqua: di certo i primi sono già belli in carne quando i secondi devono ancora farsi corpo: le emozioni, ora, le puoi esprimere anche con le setole dure di un pennarello.

Il primo disegno è di Sivia: qui l’ acqua è un turbine emozionale senza contorno: non spetta a me rivelare se il maestro Samuele con la sua canna  da pesca sorridente riuscirà a domare questa furia: la nave giocattolo, intanto, sorniona, aspetta gli eventi.

ill1

Se il maestro Samuele non rammentate  chi sia, c’ è il ritratto di Vittoria a ricordarcelo in tutta la sua  mitologica crudezza.

ill2 (FILEminimizer) 2

Il terzo disegno è di Emanuele: l’ ho titolato  ” La relazione nella goccia”: delle due figure, quella a forma di grosso tubero con le radichette è del maestro Marco mentre quella più piccola mi sembra guardarlo perplessa, mentre l’ acqua ,  sotto, di magma ribolle.

ill3vit (FILEminimizer) (FILEminimizer)

Il maestro Marco è co-protagonista anche del disegno successivo di Filippo: l’ ho titolato  ” Il rospo ed i girini”: per ovvi motivi di querela non intendo proprio rivelarvi l’ identità del rospo, certo che è una figura un pò inquietante, là dentro immersa: tutti i girini, a parte uno curioso, si tengono alla larga.

ill4 (FILEminimizer) (FILEminimizer)

 Il quinto è di Federico che si domanda, là da solo in mezzo al guado, come poi andrà a finire con tutta quell’ acqua là sotto, che preme.

ill5

Nel sesto che non è firmato, poi, compaiono ancora figure di bimbi sospesi,  di corpi non descritti : sorpresi dall’ emozione, mancano alcuni di occhi, ma tutti non hanno le braccia: si individuano dietro spazi e forme in attesa.

ill6 (FILEminimizer)

 La domanda che rivolgo a Lorenzo, il settimo autore, che, dopo avere inventariato tutto quello che lo ha incuriosito del mondo piscina, ora se ne sta andando è se poi torna.

ill7 (FILEminimizer)

 I disegni di Chiara e Jacopo raccontano ancora della relazione con il maestro che ci accompagna e si prende cura di noi: c’ è ben più di una vicinanza , c’ è un contenitore fusionale che tiene insieme Chiara e il maestro Samuele, mentre Jacopo individua traettorie che con la maestra Sara si trasformano in uno spazio tempo di senso rassicurante.

ill8 (FILEminimizer) ill9 (FILEminimizer)

 Pieno di vita giocosa è il disegno dell’ autrice misteriosa: ci sono lettere e numeri che fanno parte del qui ed ora di questa buffa comunità  di fiori ed insetti  che vivono sull’ acqua.

ill10 (FILEminimizer)

 Ho tenuto per ultimi i disegni di Mattia e Dafne: è il tema del desiderio che li unisce. Mattia si descrive mentre percorre la strada che porta alla piscina: la sua bocca spalancata di simpatico e verde scheletro esprime una contagiosa  emozione; infine Dafne che si ritrae di fronte al trampolino sa che presto  da lì salterà giù.

ill11 ill12 (FILEminimizer)

Ringrazio di cuore tutte le bimbe, i bimbi e le maestre della scuola materna ” Vittoria”,e pure i maestri di nuoto dell” Acquarè”. ma come mai  non ci sono disegni dei bambini con le maestre di nuoto? Che se li siano tenuti per loro?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>